U2 e la Backdoor di TicketOne

La notte fra il 12 ed il 13 Marzo è stata un delirio!

Voglio raccontarvi come sono riuscito a comprare i biglietti per il concerto degli U2 a Milano che si terrà il 7 luglio 2009.

Premetto che tutto è partito da alcune amiche che mi hanno fatto notare questo evento. A me piacciono gli U2 ma non mi sono mai ritrovato nella condizione di assistere ad un loro concerto perché ovviamente quando uno ci pensa è sempre troppo tardi…

Questa volta la pulce all’orecchio è arrivata con 5 giorni di anticipo sulla deadline ed ho potuto agire.

Parlando con una collega ho scoperto che girava la voce che ai fan degli U2 erano riservati dei posti. Questo mi ha incuriosito ma tutti erano scettici: sicuramente i biglietti saranno riservati a fan di lunga data!

Invece navigando nel sito ufficiale www.u2.com ho scoperto che i fan si dividono in 3 categorie: Horizon, Breathe e Boots. Ovviamente gli ultimi iscritti sono Boots.

L’iscrizione non costava poco, 50 dollari, che permettevano di ricevere 2 CD con contenuti speciali ed un buono per l’acquisto di paccottiglia. Ma la cosa interessante era che promettevano a tutti di poter comprare i biglietti del concerto con almeno un giorno di anticipo sull’apertura ufficiale delle vendite, fissata per le 00:01 del 13 Marzo.

Temevo nella “sola” di turno e non ho detto niente a nessuno per evitare di dare cattivi consigli.

Comunque ho rischiato del mio e mi sono iscritto.

Sono stati onesti, hanno mantenuto la promessa e sono riuscito a comprarne 4 senza grossi problemi. San Siro, Secondo Anello Arancione centrali, non male vero?

Purtroppo siamo in 6 e 4 biglietti non erano sufficienti, quindi … tutti pronti per l’assalto a TicketOne, ore 00:01!

Mi collego alle 23 e già ci sono 200 persone prima di me in coda, scopro che quando toccherà a me avrò solo 5 minuti per procedere all’acquisto.

Alla mezzanotte comincia l’apocalisse: sito bloccato, lento, poi bloccato, la coda salta, si ricomincia con 500 e poi 1000 persone davanti… DISPERAZIONE!!!

Siamo tutti in chat, io ogni tanto ne esco per riflettere: sono uomo e posso fare una cosa sola alla volta!

All’improvviso non riesco nemmeno ad effettuare il login e capisco amaramente perchè: per il sovraffollamento compare un avviso che dice che non si può nemmeno entrare in coda.

Quindi scatta l’hacker che è in me e mi domando: ma con tutte le richieste che devono soddisfare, vuoi che il sito di TicketOne abbia un solo IP pubblico?

Scatta la caccia all’IP e con il servizio RIPE NCC scopro il range degli ip pubblici di TickeOne.

Il passo successivo è banale: apro FireFox su tutto il range e vedo cosa accade.

Poco o nulla eccetto che per l’ip http://83.221.113.168/. Bingo! Con questo ip posso accede al servizio di prenotazione dei biglietti senza passare per il DNS e così facendo salto a piè pari la redirezione alla pagina che mi blocca per il traffico eccessivo. Mi loggo e scopro di essere il numero 12 in coda mentre stanno servendo il numero 11. Ho trovato la backdoor!

Ora però arriva il difficile: non essendo la pagina ufficiale molti automatismi non funzionano ed il dramma è che non funziona neppure la ricerca degli eventi. In pratica terminata la coda non riesco a mettere nel carrello i biglietti per il concerto perchè non so come trovarli 🙁

Visto che la coda è praticamente inesistente ci provo per 3 volte senza successo ma alla fine mi accorgo che prima di loggarmi compare la pubblicità del concerto, pubblicità che scompare quando mi sono loggato.

Ovviamente mi salvo il link e la quarta volta che tocca a me inserisco manualmente il link riuscendo ad accedere finalmente alla pagina per la scelta dei biglietti.

Penso: è fatta! Invece no… Comincia la dura lotta contro il time-out di 5 minuti imposto per la conclusione della transazione. Il sito è lentissimo: dopo aver scelto il settore ed il numero dei biglietti bisogna accettare l’acquisto e comincia la vera assegnazione dei posti.

Peccato che se si scelgono 6 biglietti e non ci sono 6 posti contigui il sistema non accetta l’ordine ed invita a modificare il contenuto del carrello.

Lo faccio una, due tre volte, cambio settore, anello le provo tutte e alla fine trovo 4 posti, mi assegnano fila e numero della sedia, accetto, VOGLIO PAGARE, inserisco i codici della carta di credito dico SI mille volte ma……………… MI RISBATTONO IN CODA!!!! Tempo esaurito…

DISPERAZIONE!

Ricomincio, e qui capisco che tutto si gioca sulla memorizzazione dei click da eseguire nell’ordine e con i tempi corretti. Ce la posso fare!

Rifaccio tutto, ormai sono le 2 e mezza del mattino, e dopo il solito giro finalmente la transazione va a buon fine.

Controllo il riepilogo degli ordini e qualcosa non va: l’ordine non è confermato e poco dopo viene annullato. Come! Perchè?

Ci riprovo ancora ed ancora viene annullato… finalmente capisco. TicketOne non concede più di sei biglietti a persona, ne avevo già 4 e per quanto insistessi mi annullavano l’ordine.

Capisco, mi accontento e me ne vado a letto. Gli altri amici ce l’hanno fatta, abbiamo tutti i biglietti che ci servono, andremo tutti al concerto e speriamo che sia una serata indimenticabile. Sicuramente la caccia al biglietto è stata già un’avventura!

2009-03-19 Aggiornamento

Mi spiace ma oggi ho verificato che l’ip che vi avevo indicato è stato rediretto ad una pagina non operativa. Peccato, la pacchia è finita… 🙁

Sostieni il blog con una piccola donazione! Grazie!